Ribera Online Tv

Loading...

13 settembre 2007

Lirio Abbate: " Io so, noi sappiamo chi sono i mafiosi e gli amici dei mafiosi o i loro protettori "

Il giornalista Lirio Abbate dice: "Io so, noi sappiamo chi sono i mafiosi e gli amici dei mafiosi o i loro protettori. Non ho, non abbiamo bisogno di attendere una sentenza o la parola della Cassazione o un'inchiesta giudiziaria perché penso che, prima della responsabilità penale, sempre eventuale, ci sia una responsabilità sociale e politica accertabile. Se il deputato, il consigliere regionale, l'assessore, il primario, il professore universitario se ne vanno in giro con il mafioso è un fatto. Si conoscono, passeggiano sottobraccio, si baciano quando s'incontrano. È soltanto accuratezza non rinviare ai tempi di una sentenza quel racconto. È il mio lavoro dirlo ora, subito. Non sono una testa calda, non sono un estremista, sono un cronista e credo che il mio impegno sia stretto in poche parole: raccontare quel che posso documentare".

Ecco la differenza tra uno come Lirio Abbate e molti segretari di partito. Abbate rischia la vita e vive blindato per scovare gli amici dei mafiosi. I nostri politici, invece, candidano gli stessi amici in posti di potere. Paolo Borsellino aveva chiesto ai politici di fare pulizia nei confronti di chi "appare" vicino alla mafia senza bisogno di aspettare i processi e le condanne (Guarda il video).
Borsellino è stato ucciso. Lirio Abbate è sotto costante minaccia. E loro si ingrassano nei privilegi di una casta indegna. Meritano il disprezzo del popolo.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

ci vorrebbero 1, 100, 1000 come Lirio ....

Lagos ha detto...

Chi fa il proprio dovere e collabora con lo stato è costretto a vivere braccato e lontano dalla propria terra. Questo è profondamente ingiusto e immorale. Lo Stato ha il dovere di garantire la sicurezza dei suoi cittadini migliori. Solidarietà a Lirio. Compriamo i suoi libri.

Anonimo ha detto...

Non ti conoscevo. Adesso che ho agganciato il tuo blog vado a subito a inserirti nella lista di quelli che frequento.
Viva la Sicilia onesta e coraggiosa.
Anche se lo so: è molto molto facile e molto molto comodo dirlo, per uno come me, che vive a Trieste.
Un abbraccio
http://lucianoidefix.typepad.com