Ribera Online Tv

Loading...

20 settembre 2008

Notizie da mafiopoli
(2° Parte)


...a mafiopoli succede anche che il sindaco di Comiso cancelli l'intitolazione a Pio La Torre dell'aeroporto cittadino che tornerà a portare il nome di Vincenzo Magliocco, generale dell'aeronautica morto in Spagna nel 1936. Secondo Giuseppe Alfano, sindaco di centro-destra della città, è "più giusto conservare una denominazione che fa parte da più di mezzo secolo della memoria collettiva della città"... Un anno fa Gianfranco Miccichè (Forza Italia), da presidente dell'Assemblea regionale Siciliana, si lagnava del fatto che aver chiamato l'aeroporto di Palermo "Falcone e Borsellino" trasmetteva una immagine negativa della Sicilia... Che classe dirigente, che politici, che idee... siamo commossi da tanto impegno contro la mafia...!?!

5 commenti:

Pino Amoruso ha detto...

Che schifo...intanto anche in Sicilia continuano ad avere tantissimi consensi...

pocoto-pocoto ha detto...

complimenti per il tuo articolo. E' una vera vergogna che non venga fatto qualcosa per gli eroi che cadono per mano della mafia. Voglio precisare che non sono di sinistra, ma in questi casi non si può vedere il colore politico.

ti va di scambiare link??

Orazio Vasta ha detto...

"Mi dimetto, il sindaco è razzista"

LAMPEDUSA (AGRIGENTO) - Non è riuscito a mandare giù una frase del sindaco di Lampedusa, Dino De Rubeis, che sarebbe stata pronunciata il 12 settembre scorso in un'intervista: "Non voglio essere razzista, ma la carne dei negri puzza anche quando è lavata".
Così l'assessore alla Cultura, Toni Colapinto, si è dimesso:"Da oggi mi faccio promotore di una campagna - dice l'ex assessore - che ha come slogan 'Puzzo anch'iò. Certo, lo Stato ci ha abbandonati, è giusta la rabbia di chi amministra, ma non si può toccare la dignità delle persone che vengono qui innanzitutto per cercare la vita, ancor prima che il lavoro".De Rubeis ha detto di non aver pronunciato quella frase razzista contro gli immigrati e di essere stato frainteso, "ma ancora stamattina - continua Colapinto, 22 anni, dell'Mpa, come il sindaco - non mi è sembrato per niente interessato a chiedere scusa pubblicamente ed ufficialmente".
Domani a Linosa inizierà la manifestazione di Claudio Baglioni, ÒScià, che da giovedì si sposta a Lampedusa.
"Come farà il sindaco - conclude Colapinto - dopo quello che ha detto a salire sul palco di una manifestazione che tradizionalmente ha per tema accoglienza e tolleranza?"
Fonte: www.lasicilia.it




Pubblicato da Orazio Vasta a rarika blog-martedì, settembre 23, 2008

ventopiumoso ha detto...

ho sentito ieri di questa vicenda. che peraltro, non c'entra il fatto che l'amministrazione sia di destra: la torre ha dato il nome alla legge che definisce l'associazione mafiosa. cioè.. è una roba super partes..

lefteca ha detto...

Nel nome di Pio La Torre. Contro le mafie. Per la pace, lo sviluppo, la democrazia
Manifestazione a Comiso in piazza Diana Sabato 11 ottobre alle 16.30