Ribera Online Tv

Loading...

02 agosto 2007

IL test antidroga di Casini è una colossale presa in giro

La sceneggiata del test antidroga organizzato dall'UDC è un insulto vergognoso all'intelligenza degli italiani. Un test volontario, annunciato con largo anticipo ed in grado di rilevare il consumo di droga avvenuto soltanto negli ultimi giorni. Bella presa per il culo. Un parlamentare drogato poteva benissimo sospendere l'assunzione di droga qualche giorno prima del test, sottoporsi all'analisi e divulgare pubblicamente la propria non-positività, subito dopo poteva ricominciare con i festini a base di puttane e coca. Con il risultato di essersi precostituito una falsa verginità dinanzi al popolo. Casini è riuscito a creare un escamotage per ripulire l'immagine della peggiore classe politica mai stata al potere. Signor Casini i test antidroga hanno senso soltanto se resi obbligatori ed effettuati a sorpresa. Potevate, quanto meno, sottoporvi all'esame tricologico del capello. In questo caso i risultati avrebbero rilevato l'uso di droga in un periodo di tempo molto più ampio. La trasmissione "Le Iene" era riuscita a dimostrare il largo uso di coca e marjiuana in parlamento. Loro sono sotto processo ed i parlamentari possono continuare ad usare droghe senza nessun problema. Andate a casa.

8 commenti:

freesud ha detto...

X STEFANIA

La prego di ri-inviarmi il suo indirizzo email perchè a causa di un errore è andato perduto. Grazie. Saluti

Anonimo ha detto...

Basterebbe piazzare un cane antidroga che annusi le tasche degli onorevoli. Sarebbe un sistema anche meno invasivo.

Anonimo ha detto...

basterebbe applicare nei loro confronti le maniere repressive con le quali loro stessi si propongono di risolvere il problema droga dei non privilegiati.

inizieri poi col togliere loro un lavoro, cosa che spesso accade al comune mortale. poi un po di processi qua e la, sert, carabinieri che ti girano attorno, perquisizioni, .... i loro modi "efficaci" insomma!

ma noi non siamo loro!

in verità la coca è il loro minor problema, il primo, a discapito nostro, e che sono dei democristiani iprocriti, repressi, puritani e bigotti.

gius

fatanuda ha detto...

la verità in Italia, liberamente votami o pensami un attimo alle primarie del 14 ottobre

alle Primarie del Pd vota la verità, vota e fai votare la Fatanuda

Lagos ha detto...

In quanto gestori di compiti istituzionali molto delicati come quello di fare le leggi e governare una nazione sarebbe necessario che fossero sobri e non pratichino spacciatori di droghe e protettori di battone. Quindi non capisco per quale ragione non istituire un test antidroga obbligatorio per parlamentari e governanti.

iris ha detto...

Adesso che sono in vacanza i nostri stressati parlamentari potranno stare con le loro famiglie e pipparsi tutta la coca che vogliono in tranquillità.
Ritorneranno abbronzati e sereni dopo le ferie estive........pronti per rimpinguare le tasche delle prezzolate donnine.....

Liberamente ha detto...

perchè non fare anche un test etilico????!!!! :-D

fatanuda ha detto...

Non limitare la tua azione politica alla lettura, la casta non si vota. Alle primarie di ottobre fai sentire la tua presenza libera e democratica:sostieni la Fatanuda