Ribera Online Tv

Loading...

31 marzo 2007

L'era dei polituncoli

Viviamo in una era dominata da una classe politica piccola piccola. Si pensa soltanto ai propri miseri interessi di bottega. L'unico obiettivo è quello di catturare qualche voto in più. Per fare questo si cade nel ridicolo. Si difendono posizioni insostenibili. Mastella non sapendo cosa rispondere ad una ragazzo omosessuale di 21 fugge in diretta da una trasmissione televisiva. Calpestando le più basilari regole della democrazia. La destra filo-Bush vota contro la missione in Afghanistan, la sinistra pacifista vota a sostegno della stessa missione. I cattolici dell'UDEUR, dell'UDC, i TEODEM della Margherita votano per far rimanere i soldati italiani in zona di guerra. Dimenticando le violente e continue invettive di Wojtila contro ogni guerra. Certo il Papa di oggi è troppo impegnato a difendere i valori della "famiglia" per avere il tempo di proteggere la vita delle popolazioni sottoposte ai bombardamenti. Gli esponenti del precedente governo, che trattarono con i terrorosti iracheni e pagarono riscatti per la liberazione degli ostaggi italiani, si scandalizzano per la trattativa posta in essere con i talebani. Gli esponenti politici dell'ex partito socialista, che ai tempi del rapimento Moro volevano (giustamente) trattare con le Brigate Rosse, adesso fanno i duri e inveiscono contro qualsiasi trattativa . Il governo italiano incarica Emergency di trattare con i talebani. Karzai, dopo la liberazione di Mastrogiacomo, fa arrestare il mediatore dell'associazione di Gino Strada. Con il collaboratore afghano ancora in ostaggio. Il governo italiano dovrebbe protestare veemente e cominciare il ritiro delle proprie truppe. Bisogna liberarsi di questi omuncoli della politica.

25 marzo 2007

Prima risolviamo la guerra in casa nostra!

Via i soldati dall'Afghanistan e con i soldi risparmiati si predisponga un serio piano antimafia.

Inutile prenderci in giro l'Italia è dominata dalle organizzazioni mafiose.
C'è una guerra in corso da un lato le mafie e dall'altro la popolazione civile. A Napoli c'è in corso anche una guerra intestina tra clan camorristici che indisturbati si sparano tra le strade. Dall'inizio dell'anno già 28 morti ammazzati solo nel napoletano. La popolazione del sud subisce enormi danni giornalmente e da decenni. Disoccupazione, povertà, degrado sociale, malattie. Senza le organizzazioni criminali, l'economia del sud raggiungerebbe presto quella del nord. L'importazione della spazzatura e il seppellimento della stessa presso le città del sud ha provocato un aumento vertiginoso dei tumori e delle leucemie. I giovani costretti ad emigrare per trovare un lavoro. Questi sono alcuni dei danni provocati dalle organizzazioni criminali alla gente. Via i politici indagati per mafia dal potere sono una vergogna. Con i soldi che il governo risparmierebbe ritirandosi dall'Afghanistan si potrebbe finanziare la creazione di un piano antimafia serio. Si potrebbero assumere nuovi magistrati, potenziare le forze dell'ordine, l'intelligence, acquistare nuova tecnologia per le indagini. Possibile che non ci sia un progetto che indichi le tappe da seguire e la probabile data della vittoria dello Stato? E' necessario ripristinare la democrazia.

18 marzo 2007


CAMORRA PADRONA

La Camorra regna incontrastata in Campania. In Italia si parla di mafie soltanto nel periodo delle pseudo-emergenze criminalità. Ma a Napoli anche "l'emergenza" è diventata normalità. Infatti ci sono stati 24 omicidi dall'inizio dell'anno, 8 solo negli ultimi 16 giorni, nonostante il piano di sicurezza approntato dal governo. E nessuno ne parla. La "monnezza" governata dalle eco-mafie continua a sommergere la Campania. E lo stato che fa? sta a guardare in silenzio insieme ai media. In Italia non esiste alcuna strategia, alcun piano per sradicare le mafie dal territorio. La politica non fa la la propria parte. Le amministrazioni regionali delle regioni del sud restano infarcite di politici indagati per fatti di mafia. Con il benestare dei politici nazionali. Questo è uno scandalo terrificante. Politici che si dichiarano cattolici permettono che personaggi discussi e indagati per fatti gravi di mafia rimangano a governare pezzi di territorio. Mafia e Cattolicesimo sono incompatibili. Ricordate le parole di Woitjla. Perchè le gerarchie ecclesiastiche non prendono posizione? perchè non ricordano ai propri paladini politici che la mafia è un cancro ed è peccato "tollerarla"?

10 marzo 2007

Il giornalista ideale secondo i politici italiani? Una PECORA

Dopo lo scontro Mastella-Santoro assistiamo ad una serie disarmante di dichiarazioni da parte dei politici italiani. Tutti contro Santoro a difendere Mastella. Tranne l'Italia dei Valori, i Verdi e i Comunisti Italiani che esprimono solidarietà al giornalista. Da ciò si evince che per la gran parte delle forze politiche il giornalista deve fare la pecorella buona, asservito, non fare troppe domande e quelle che fa devono essere in linea con il pensiero dell'intervistato. Non esprimere mai la propria opinione se contraria. Il giornalista ovino che lecca il politico di turno. Sennò si preparano editti "bulgari". Il vero giornalista è proprio quello che incalza il politico. Giornalisti pecore ne abbiamo tanti in Italia, giornalisti veri pochissimi. La maggior parte di quelli veri sono ancora sotto editto. Quindi caro Santoro vai avanti e sferza più che puoi i potenti....smaschera l'arroganza dei nostri pseudo-politici.

08 marzo 2007

Mastella fugge a gambe levate dalla trasmissione "Anno Zero"

Il Ceppalonico ministro della giustizia, in diretta tv, si alza e scappa dal programma di Santoro. Incalzato dalle domande del conduttore e di alcuni gay, ospiti della trasmissione sulla tematica dei DICO. Questo è un esempio di arroganza della politica. Inaudito che un ministro rinunci a rispondere alle domande dei cittadini. Forse si era abituato a giornalisti di comodo che pongono domande di cortesia e il ritorno di Santoro lo ha scombussolato. La verità è che le posizioni che negano i diritti civili agli omosessuali sono insostenibili in un paese democratico. Era proprio difficile trovare motivazioni decenti, a sostegno della sua contrarietà ai Dico, dinanzi al risvolto umano negativo evidenziato dalle persone che lamentavano le proprie difficoltà. Perchè gli omosessuali sono prima di tutto persone caro Mastellun....E poi come rispondere al fatto di essere contrario alle unioni civili ma non avere nulla da ridire alla legislazione che tutela le unioni di fatto dei parlamentari? Come dire non ti do ciò di cui io solo posso godere...

06 marzo 2007

Che abbiamo fatto di male per meritarci un Presidente così?

Il video pubblicitario del governatore della Sicilia Totò Cuffaro è davvero agghiacciante. Giocare a fare il padrino, con il vino in mano, la coppola e lo schiacciapensieri in sottofondo è quanto meno inopportuno. Soprattutto quando a fare questo gioco è un personaggio sotto inchiesta per vicende legate alla mafia e vice-segretario nazionale di un partito, l'UDC, nel quale molti esponenti, in Sicilia, hanno subito inchieste e arresti per mafia. La cosa diventa assurda quando il "vasa vasa" rispolvera una teoria che fù il cavallo di battaglia del noto bandito Salvatore Giuliano: l'annessione della Sicilia da parte degli Stati Uniti d' America. Giuliano e la sua banda furono gli autori materiali della strage di Portella della Ginestra. Il disegno autonomista di Giuliano aveva proprio lo scopo di portare la Sicilia a diventare una delle stelle della bandiera americana. Ci vuole una bella faccia tosta. Ma non si vergogna? Guarda il video

05 marzo 2007

Il festival dell'ignoranza

Secondo la senatrice Binetti (teodem della margherita) l'omosessualità è una "devianza della personalità", "un comportamento molto diverso dalla norma iscritta in un codice morfologico, genetico, endocrinologico e caratteriologico". Qualcuno ricordi alla senatrice che questa è una posizione ottocentesca oramai superata perchè falsa. La scienza moderna la considera un "orientamento sessuale" e questa è la posizione dell Organizzazione Mondiale della Sanità. Lo striasciante razzismo nei confronti dei gay continua... E' tollerabile che un paese democratico e moderno sia rappresentato da politici che legiferano avendo come punto di riferimento nozioni scientifiche risalenti all'ottecento riconosciute false dalla scienza moderna??? e in nome di tali superate concezioni continuino a discriminare tanti cittadini??

03 marzo 2007

Prodi ostaggio di omini preistorici

Parliamoci chiaro il governo è andato in crisi sui DICO. La sinistra radicale accusata di estremismo mostra disciplina. Il vero estremismo proviene dai "pseudo-moderati" di centro. Mastella da Ceppaloni, il Brontosauro Andreotti, i Teodem della margherita e l'ultimo Folletto della compagnia sono decisi anche a far cadere il governo pur di non approvare i DICO. Sono loro i veri estremisti. Omini piccoli con idee da paleozoico. Omofobici. Già una volta votarono la mozione dell'opposizione sulla politica estera creando imbarazzo nel governo. Adesso guaiscono contro la tutela delle coppie gay. Per loro non vale la disciplina di governo? il Ceppalonico ha una percentuale di voti insignificante all'interno del centro-sinistra ma ricatta il governo e impone con prepotenza le sue preistoriche convinzioni. Non è giusto sacrificare i diritti civili di tanti cittadini per venire incontro a estremisti pieni di pregiudizi e vogliosi solo di raccattare voti dell'elettorato cattolico.