Ribera Online Tv

Loading...

31 marzo 2007

L'era dei polituncoli

Viviamo in una era dominata da una classe politica piccola piccola. Si pensa soltanto ai propri miseri interessi di bottega. L'unico obiettivo è quello di catturare qualche voto in più. Per fare questo si cade nel ridicolo. Si difendono posizioni insostenibili. Mastella non sapendo cosa rispondere ad una ragazzo omosessuale di 21 fugge in diretta da una trasmissione televisiva. Calpestando le più basilari regole della democrazia. La destra filo-Bush vota contro la missione in Afghanistan, la sinistra pacifista vota a sostegno della stessa missione. I cattolici dell'UDEUR, dell'UDC, i TEODEM della Margherita votano per far rimanere i soldati italiani in zona di guerra. Dimenticando le violente e continue invettive di Wojtila contro ogni guerra. Certo il Papa di oggi è troppo impegnato a difendere i valori della "famiglia" per avere il tempo di proteggere la vita delle popolazioni sottoposte ai bombardamenti. Gli esponenti del precedente governo, che trattarono con i terrorosti iracheni e pagarono riscatti per la liberazione degli ostaggi italiani, si scandalizzano per la trattativa posta in essere con i talebani. Gli esponenti politici dell'ex partito socialista, che ai tempi del rapimento Moro volevano (giustamente) trattare con le Brigate Rosse, adesso fanno i duri e inveiscono contro qualsiasi trattativa . Il governo italiano incarica Emergency di trattare con i talebani. Karzai, dopo la liberazione di Mastrogiacomo, fa arrestare il mediatore dell'associazione di Gino Strada. Con il collaboratore afghano ancora in ostaggio. Il governo italiano dovrebbe protestare veemente e cominciare il ritiro delle proprie truppe. Bisogna liberarsi di questi omuncoli della politica.

21 commenti:

korsaro ha detto...

La loggia degli affari
di Peter Gomez e Marco Lillo
Parlamentari, generali, industriali. Uniti per dominare gli appalti in Calabria e pesare a Bruxelles. Per il pm è una cupola. Che minaccia le istituzioni come la P2


http://espresso.repubblica.it/dettaglio/La-loggia-degli-affari/1554047&ref=hpsp

Filippo ha detto...

Dalla newsletters di Emergency:
Con noi, per Rahmatullah e Adjmal il 31 marzo a Roma

Cari amici,
vi ringrazio tantissimo per tutto quello che avete fatto con noi e per noi fino ad ora. Il prossimo appuntamento a cui vi chiedo di partecipare e' sabato 31 marzo, a Roma: "LIBERATE ANCHE LORO" dalle 14.30 noi di Emergency saremo in Piazza Navona, assieme ad amici e sostenitori, per chiedere ancora e con forza la liberazione del nostro Rahmatullah e di Adjmal, di cui continuiamo a non avere notizia. Spero possiate essere li' con noi.

Teresa Sarti

***
Per aderire all'appello per la liberazione di Rahmatullah Hanefi e Adjmal Nashkbandi

www.emergency.it/appello

Sciavè ha detto...

Firmate l'appello mi raccomando...
Beppe Grillo dice sempre che i parlamentari sono nostri dipendenti perchè li paghiamo noi...Dovremmo farglielo notare di più...

freesud ha detto...

...interessantissima la notizia riportata da korsaro...leggetela!

... vi invito anche io a firmare l'appello di emergency x la liberazione di Rahmatullah Hanefi e Adjmal Nashkbandi...già sono tantissime le firme raccolte...

Lagos ha detto...

Mastella e Casini pur di catturare i voti dei cattolici sostengono posizioni teocratiche senza batter ciglio....voglio ricordare a questi signori che esiste la costituzione italiana e che lo stato è laico!!!

alba ha detto...

... infatti la prossima mossa sarà l'assalto alla Costituzione, le famose riforme ... arriveranno soltanto a deformare la costituzione... questo è

lucamallinza ha detto...

Temo ed il mio timore è una certezza che il ragionamento fatto dal mio amico Ramones nel topic precedente sia fortemente REALE.
E che sia fortemente legato a questo nuovo topic di freesud.

Viviamo di fronte ad una classe politica di CIALTRONI.
L'esercizio politico praticato più correntemente è il populismo più bieco...
Purtroppo questi CIALTRONI sanno però recepire il frutto di quanto hanno seminato.
Ormai sono sicuri che il cittadino a cui si rivolgono vuole risposte più simili a slogan, che, a serie considerazioni sociali o a reali progettualità per e con il cittadino.

Basta lanciare lo slogan e fingersi utopisticamente "da qualche parte" per accalappiare voti.
Ormai anche dire il contrario di quel che si è sostenuto fino a qualche tempo prima è considerato "normale".

Quel che dice Grillo "il politico è un nostro stipendiato e deve fare quel che NOI vogliamo" viene ormai vista come una frase utopica pronunciata da una pazzo.....
Come diceva shakesprear nel macbeth " Un guitto che si agita in scena e non ci dice nulla,una storia narrata da idiota piena di furia e di rumore ma che non significa nulla".

Purtroppo però quel che dice Grillo è la pure e semplice verità.
E allora perchè questa assurda fiction ha preso il sopravvento su quella che dovrebbe essere la verità?

Senza una seria bonifica al rincitrullimento generale ed una altrettanto seria riqualificazione morale e culturale degli elettori ritengo impossibile liberarsi di questa massa informe di poltici di mezza tacca....

Non sono pessimista sono realista in una situazione pessima.

un abbraccio

Luca

freesud ha detto...

...infatti le scelte politiche dovrebbero essere fatte avendo come unico termine di paragone la nostra costituzione e non princìpi religiosi emanati da entità politico-religiose...

...la costituzione NON va stravolta....

...caro Luca sicuramente i "cialtroni della politica" hanno imparato a raccogliere i frutti provenienti dal populismo e dal ricatto clientelare praticato biecamente ed alla luce del sole...

Andrea ha detto...

non abbiamo politici ... non esiste più estremismo ... ogni partito politico punta sempre di più al centro e questo schiacciamento porta ad un appiattimento dei valori ... tutti dicono la stessa cosa ....

... NULLA !!!

Infabulas ha detto...

Complimenti per il post è la verita.. sono d'accordo con freesud....
SIAMO LA REPUBBLICA DELLE BANANE....

Anonimo ha detto...

Credo che l'antiberlusconismo a tutti i costi sia stato, in quest'ultimo periodo politico, il primo nemico della sinistra italiana, nonchè il punto d'inizio per l'avvio di una politica conservatrice e filo-centrista.

Rifondazione comunista?
che dire, dato il ritorno della DC, in linea con l'attuale momento mi vine da dire: "benedetta" sia la mia scelta di non prendere mai alcuna tessera di partito!

Anonimo ha detto...

by Giuseppe

freesud ha detto...

...il centro è diventata la meta ideale di tutti i politici di oggi...l'ideale puro...dovrebbe significare moderazione...ma a ben osservare i centristi sono diventati i + estremisti fra le forze politiche...guerrafondai, teocratici, irrispettosi dei diritti dei + deboli...protesi soltanto alla conquista del voto cattolico...costi quel che costi...

...una repubblica delle banane dove i poteri forti fanno il bello e cattivo tempo...

...sicuramente l'antiberlusconismo spinto è un nemico della sinistra...ma il nemico peggiore è la paura di fare una politica di sinistra ed il vizio di correre appresso al centro...

alba ha detto...

il nemico è: LA PAURA

Anonimo ha detto...

"antiberluscnismo" "antiamericanismo" (e tanti altri anti ancora) rischiano di farci perdere il contatto con le nostre radici ideologiche che prescindono dall'ANTI del momento.

Ad esempio invito i compagni a riflettere sull'antiamericanismo:
è corretto opporsi all'attuale politica bellicistica degliUSA ma, è errato definirsi antiamericanisti. Si è pacifisti a prescindere da chi fà la guerra, oggi sono gli USA domani magari sarà l'Europa, o chi sà chi altro!
Io (vi sembrerò pazzo) cofido molto nella popolazione USA, credo che sia una miccia rivoluzionaria! al 90% circa salariata (da cui definizione di proletariato)e su un immensa distesa geografica (diversa da Cuba). Se la scienza maxista è vera ..!

buona giornata a tutti!

Giu

freesud ha detto...

...Zapatero ad esempioè un leader di sinistra che fa una politica di sinistra...senza avere paura...

...concordo con "Giu" riguardo al fatto che non bisogna essere ANTI.... l'antiamericanismo è una forma di razzismo... in quanto ci si schiera contro un popolo a prescindere... essere contrari alla politica dell'amministrazione Bush mi sembra, invece, sacrosanto.... il popolo americano, come tutti i popoli in generale, non va demonizzato.....

Anonimo ha detto...

caro fresud,

pur ammettendo di essere affascinato da alcuni tratti della politica di Zapatero, soprattutto quelli di carattere etico (familgia, ecc.), reputo DISGUSTOSO la sua politica di accoglienza nei confronti dei migranti infatti, il governo del "compagno" Zapatero ha ordinato all’esercito di schierarsi a protezione delle coste, con l’ordine di SPARARE se qualcuno degli immigrati osa forzare lo sbarramento. Ed i militari sparano, UCCIDONO.

.. e i nostri "compagni" in parlamento ... MUTI! (NETI SACCIU!)

siccome mi attengo rigorosamente al vero:
http://www.lisistrata.com/2005Saglimbenipolitica/031zapaterofastrage.htm

ciao a tutti!

NON FAREI DI ZAPATERO UN NOSTRO IDOLO!

Gius / eppe!

Anonimo ha detto...

http://www.peacereporter.net/dettaglio_articolo.php?idpa=&idc=7&ida=&idt=&idart=6257

freesud ha detto...

...ho preso Zapatero come esempio di leader che non ha paura a portare avanti scelte politiche marcatamente di sinistra in alcuni settori importanti...detto questo in materia di immigrazione e dettagliatamente riguardo alla questione dei migranti provenienti dall'Africa sta attuando una politica quantomeno DISGUTOSA...

Lagos ha detto...

Nel resto delle sue politiche però si distingue in positivo!

ANTONIO ha detto...

DI QUESTO PAPAA PARLARNE SI ENTRA NELLO SCONFORTO