Ribera Online Tv

Loading...

17 febbraio 2007

Sconcertante Silenzio

Una censura di fatto è calata sui ragazzi di Locri. Nessuna informazione sulla manifestazione di oggi a Reggio Calabria. Impossibile trovare un trafiletto sui giornali (anche online) o ricevere informazione dai tg. Tutti in silenzio. I media e il potere politico insieme per isolare una manifestazione che riveste un significato immenso. Il potere nel suo complesso si compatta contro i giovani che protestano per avere giustizia. Scandaloso. Poche adesioni da parte dei politici e silenzio assoluto dei media. Solo i bloggers urlano nel web e aiutano la rivolta. VERGOGNATEVI!

15 commenti:

Laura ha detto...

Oggi ero alla manifestazione di Reggio e ci sono rimasta veramente male quando ho visto che nn se n'è minimamente parlato ai tg nazionali.. E' una vergogna.... Da chi siamo rappresentati? Da dei politici che snobbano un problema fondamentale e tristemente attuale come è quello della mafia? Mi indigno ancora una volta di fronte all'indifferenza che ha saputo dimostrare il governo italiano..

Corinne ha detto...

Quando penso che ci hanno condannato a morte...mi rendo sempre più conto che una semplice percezione è confermata da dati di fatto. Non demotiviamoci perchè è ciò che vogliono!
Presto scriverò un post sull'accaduto, calacando la mano anche su altre situazioni...

Un bacio
Corinne

freesud ha detto...

Ha vinto il sistema per oggi. Mai abbassare la testa, mai abbassare lo sguardo e continuare a lottare contro
gli equilibri politico-mafiosi e il sistema che li protegge. Per quanto riguarda i media....dico solo che è evidente che le notizie sono controllate dal potere che si autoprotegge sempre. Dai blog, ultima frontiera di libertà, non dobbiamo smettere di urlare...tutti insieme...

un saluto a Laura
e un bacio Corinne

Lagos ha detto...

una cosa davvero allucinante

Radio Eraclea ha detto...

ciao.. ho trovato il tuo sito e ti ho aggiunto tra i miei link...spero che tu lo faccia pure..
www.radioeraclea.splinder.com

Corinne ha detto...

Ieri ho lasciato du commenti...ma perchè continua a ingoiarli?

Un bacio da una Corinne perplessa

Corinne ha detto...

Azz...oggi va come il treno...
Si vede, che è sazio!!!

Un bacio ^_______^

Corinne

Lizzy ha detto...

Avete provato a scrivere e telefonare alle redazioni dei giornali?
Tipo la Repubblica.
Non è che ci vuole molto.
Alzate la cornetta del telefono e fate succedere un casino.

lucamallinza ha detto...

Qui a Milano (a parte radiopopolare) si parlava solo della manifestazione di Vicenza.
Oltre al fatto che è scandaloso vedere come la politica ed anche altre realtà abbiano abbandonato la manifestazione di reggio ciò che più mi ha turbato è stata la necessità di un fatto scatenante.

Ho sentito chiedere " ma perchè c'è la manifestazione? che ricorrenza è ? è successo qualcosa?"
Come se servisse una ricorrenza un fatto di sangue per dire che NO non bisogna abbassare la guardia.

Ancor più fastidioso l'atteggiamento dei media e delle persone (anche impegnate) qui al nord :
Sembra sempre di leggere nei loro occhi la frase : E'UNA COSA LORO NON E'UNA COSA NOSTRA, io non vivo in una terra di mafia , una terra di camorra,una terra di n’drangheta.

Cosa purtroppo non vera.

Tutto il nostro Hinterland è completamente in mano alla criminalità organizzata e lo sanno tutti....inoltre le migliaia di fabbrichette sparse per la brianza risparmiano sullo smaltimento dei rifiuti facendo accordi con mediatori dei clan : qualche cifra?

Milletrecento tonnellate di rifiuti vengono prodotti nella provincia Milanese.
Ottocento finiscono in Germania….e gli altri cinquecento???
Sepolti in giro per il mezzogiorno facendo risparmiare chi li produce.
Passeggiare per l’entroterra campano oggi è come assorbire gli odori di quanto producono le industrie di tutto il nord…..ma noi ci abitueremo anche a questo..

Fino a quando non capita a te…..continuerai a dire guardando a sud
E’ un problema loro… al massimo gli appioppo i miei rifiuti
ed ogni sera mi guardo la madonnina illuminarsi dalla finestra di casa mia nei quartieri centrali…perché io sono un vincente, io c’e l’ho fatta!
Fino a quando ….non capita a te.

Io da figlio di emigrati meridionali non sopporto più questa visione delle cose.

Stiamo producendo uno spettacolo teatrale che metteremo in scena a Cinisi durante il forum e parlerà proprio di queste connessioni e della necessità di non abbassare la guardia anche nei momenti di silenzio...
I miei allievi di teatro rimangono sconvolti quando leggono il legame esistente tra le ecomafie e l'industria qui a nord e mi chiedono : perchè nessuno ne parla?

Già perchè nessuno ne parla : perchè forse hanno bisogno di ricorrenza e di fatti di sangue scatenanti per parlarne....



Un saluto a tutti e scusate se sono stato prolisso...

Luca

freesud ha detto...

Non ho provato a chiamare le redazioni e anche se il danno ormai è fatto voglio seguire il suggerimento di lizzy e mandare una email ai giornali....

Molto interessante il discorso di Luca...la mafia è un problema nazionale...certo noi al sud siamo in prima linea e ne subiamo le conseguenze più pesanti...ma immaginate le ripercursioni positive che avrebbe l'Italia intera con un meridione libero di creare il proprio futuro proiettato al centro del mediterraneo come punto di riferimento economico-sociale dei paesi del mare nostrum....
facci sapere qualcosa in più dello spettacolo che terrai al forum di Cinisi...
ciao

Lizzy ha detto...

Passo anche di qui...
Grazie la poesia era STUPENDA
Un bacio

motore di schietti ha detto...

ALLORA, SPIEGHIAMOLO NUOVAMENTE

C'è chi la rivoluzione la vuole fare a parole,

chi con le mandrie di pecoroni che vanno in manifestazione

chi con i fucili, le pistole e l'ideologia,

e chi con i fatti

L'idrogeno va benissimo anche per le auto a metano. In alcuni casi miscelando idrogeno e metano (idrometano), in altri casi puro al 100%, diminuendo consumi ed inquinamento.

L'idrogeno può essere prodotto in casa propria mediante l'elettrocatalisi dell'acqua

Per fare l'elettrocatalisi è necessaria energia elettrica che però potete produrvi gratuitamente tramite il Motore di Schietti o la Pila Zamboni.

Salvate le istruzioni sul vostro computer: http://domenico-schietti.blogspot.com/
non sappiamo per quanto tempo riusciremo ancora a parlare prima che ci cancellino i siti e scoprano i nostri rifugi clandestini

FORZA CON I COMITATI AUTONOMI PER LA PRODUZIONE DI IDROGENO CLANDESTINO

lucamallinza ha detto...

E' ovvio che stare al sud come scrive Roberto saviano "Vivo in una terra di camorra" è cmq essere molto a contatto con questo vero e proprio "cancro".
Ma immaginatevi l'Italia ribaltata rappresentata da Emma Dante in "Cani di Bancata" ..non è tanto distante dalla realtà.
L'hinterland Milanese del nord ovest risulta da effettivi rapporti ed indagini completamente in mano per quel che riguarda il traffico di stupefacenti , il traffico dei rifiuti tossici(il vero business del terzo millennio),e l'utilizzo della forma caporalato nell'edilizia (chiamiamolo traffico di schiavi) alle famiglie calabresi,che iniziano già ad insediare cognati sindaci e quant'altro.
I quartieri a case popolari di rozzano , Cinisello, Sesto, Corsico (vi sto descrivendo uno spazio che va dal nord ovest al sud ovest dell'Hinterland Milanese con posti tipo Sesto Sg 120.000 abitanti,Cinisello 100.000) sono in mano alla n'drangheta e a famiglie del catanese , che sgomberano gli effettivi residenti per nasconderci pregiudicati o addirittura (Rozzano) per subaffittarle a nord africani usati in nero nell'edilizia.
Ci sono stati arresti e condanne ma la cosa continua.
Questa è la situazione.
Il business del miracolo del nord-est e della Lombardia (una regione tra le più produttive d'europa) si fonda sulla produzione e sullo smaltimento di rifiuti a basso costo (o addiritura in nero e clandestinamente) utilizzando i clan campani .
Esistono mediatori tra il piccolo imprenditore e i clan...abbattimento dei costi e delle responsabilità.
Sopratutto il piccolo imprenditore brianzolo ad esempio fa tutto tramite altri che si sporcano le mani per lui....un moderno Ponzio Pilato.
Poi ci troviamo con il mezzogiorno sepolto di rifiuti provenienti , dalle cliniche,dalle concerie dalle industrie plastiche.....
Questa è una cosa che riguarda tutti non solo una parte dell'Italia vista come "la parte dei fratellini poveri".
Ma di questo non si parla...si parla solo di guerra di mafia o di camorra quando esplode e se ne parla male.
Il primo omertoso è lo stato seguito a ruota dai media nostrani piuttosto inetti.
Per lo spettacolo ti lascerò una scheda quando sarà finito (tra poco) e anche le date (alcune sono al sud).

freesud ha detto...

Al motore di schietti dico che:

l'energia rappresenta il vero problema del nuovo millennio e che è necessario investire sulle energie alternative. Idrogeno, fotovoltaico, biomasse, eolico ecc sono il futuro e
l'unica possibilità di salvezza. Questo però non significa che chi manifesta contro la mafia è un pecorone...bisogna adottare in sinergia più forme di lotta...ognuna
delle quali ha una propria dignità e utilità....

freesud ha detto...

Riguardo all'analisi di Luca Mallinza mi trovo totalmente daccordo. Le organizzazioni criminali hanno ramificazioni in tutta Italia e sono un veleno che ammorba la nazione. Il problema delle eco-mafie è immenso. Ad oggi l'anello mancante della lotta è la politica. Nessun governo ha mai dimostrato, con i fatti, una volontà univoca di sradicamento delle mafie in Italia.