Ribera Online Tv

Loading...

29 marzo 2008

Caro Veltroni la mafia non si distrugge con le parole.

Quì Sud Occupato.
Veltroni forse sbronzo inizia a pronunciare frasi del tipo: "Non vogliamo i voti della mafia", "Distruggeremo la mafia". E' sempre lo stesso signore che, qualche settimana fa, aveva escluso Beppe Lumia, simbolo dell'antimafia, dai nominati del Pd confermando Crisafulli. Su Lumia ha dovuto fare marcia indietro. Su Crisafulli, invece, è stato inflessibile. Forse Veltroni non è sbronzo. Cavalca l'ondata di vomito antimafioso, proveniente dalla società civile meridionale, alla ricerca di qualche voto utile. Dica quali provvedimenti concreti attuerà per debellare il cancro mafioso. Gli slogans non bastano.Ci vogliono proposte concrete. Crisafulli è stato assolto. Però è stato filmato a parlare con un boss di appalti ed assunzioni. Questo non è un reato ma ne fa un simbolo di una "certa" politica troppo vicina ai clan. Ed i simboli sono evocativi. Trasmettono emozioni. Attraverso i simboli si identifica una cultura.

P.S.
A Palermo sono stati arrestati due presidenti di seggio per brogli elettorali. I due avrebbero favorito, con la fasificazione di 580 schede, una lista che appoggiava il sindaco Cammarata (Forza Italia). La Sicilia in preda agli imbroglioni.


VOGLIAMO GLI OSSERVATORI DELL'OCSE PER LE ELEZIONI IN SICILIA

6 commenti:

alexander777 ha detto...

Il video dello spettacolo di Beppe Grillo ieri sera a Palermo per presentare la lista civica Amici di Beppe Grillo con Sonia Alfano presidente all'indirizzo

www.fermatetutto.blogspot.com

Parla anche degli osservatori dell'OCSE , argomento del tuo penultimo post!

salvo tgweb ha detto...

www.grilliagrigento.it - SONIA ALFANO AD AGRIGENTO
Ricordo l'appuntamento per domenica 6 aprile ore 18:30 ad Agrigento, presso il Circolo Empedocleo (via Atenea 335), con
la candidata della lista "Amici di Beppe Grillo" Sonia Alfano.
Chiedo se gentilmente potreste segnalarci in anticipo la vostra presenza in modo da renderla pubblica tramite apposito comunicato stampa (che invieremo a breve).
Vi chiedo inoltre di darci una mano nel diffondere la notizia dell'incontro.
Grazie, Salvo

Orazio Vasta ha detto...

lunedì 31 marzo 2008
A Lombardo e alla Lega.....il Sud non si piega !
Si è svolta,oggi a Roma, la manifestazione del Partito del Sud,di sostegno all'iniziativa di Antonio Pagano e di solidarietà alla città di Napoli.Come noto, l' amico Antonio Pagano,coordinatore regionale Veneto del partito del Sud, ha querelato l' On. Calderoli per le dichiarazioni offensive, da questi rilasciate, sulla città di Napoli e sui suoi abitanti.La querela,malgrado l'opposizione dell'On. Calderoli, è stata accolta ed oggi si è svolta la prima udienza presso il tribunale di Roma.Oltre ad Antonio, presenti da Napoli gli amici di Insorgenza,un organizzato gruppo della delegazione romana, la delegazione pugliese guidata dal suo sempre più vulcanico coordinatore, una delegazione dall'Emilia Romagna, dirigenti e militanti del Partito del Sud oltre ad altri amici meridionalisti provenienti dalle più disparate località .Purtroppo, in questa occasione, assenti più che giustificati gli amici siciliani,trattenuti da impegni dell'ultimo minuto legati alla campagna elettorale, a cui va il nostro saluto e il nostro sostegno .Dell'On. Calderoli nessuna traccia, tramite il suo avvocato ha dichiarato di non aver ricevuto notifica della querela, l'udienza e' stata così rimandata a giugno.Molte le persone incuriosite dalle bandiere delle Due Sicilie che sventolavano oggi a Piazzale Clodio,dalle note dell'Inno di Paisiello trasmesso dai megafoni,dagli slogan del drappello di manifestanti e dai nostri manifesti appesi insieme a striscioni lungo tutta la piazza.Alcune persone si sono avvicinate per manifestare sostegno e solidarietà e volentieri hanno accolto la distribuzione di nostri giornali e di volantini.Siamo orgogliosi di essere stati in piazza a manifestare, civilmente, per il rispetto della nostra Patria.


W LA NAZIONE NAPOLITANA W LA SICILIA W IL PARTITO DEL SUD
*****
http://partitodelsud.blogspot.com/

Pubblicato da Orazio Vasta a Rarika blog martedì, aprile 01, 2008

lelio giaccone ha detto...

Ho l'impressione che l'iniziale esclusione di Lumia, peraltro rientrata, abbia suscitato delle reazioni un poco eccessive: ho sempre diffidato delle persone che hanno costruito le loro sorti su temi facilmente spendibili e sbandierabili, magari seguiti da poco costrutto.
Personaggi migliori di lui non sono stati candidati, e la cosa non ha fatto scandalo, e non ha suscitato reazioni di sorta; faccio un nome per tutti: Nando Dalla Chiesa.
Forse di Dalla Chiesa hanno pensato che al di fuori dalla politica un lavoro ce l'ha, mentre Lumia sa fare solo il politico.

freesud ha detto...

In realtà non si tratta di semplici candidature ma di vere e proprie nomine parlamentari. In questa ottica concordo con Lelio Giaccone sula fatto che sia stato scandaloso non nominare in Parlamento Nando Dalla Chiesa. Uno che si è distinto per impegno e trasparenza nella politica parlamentare. Questo non escude che l'esclusione di Beppe Lumia sarebbe stata un disastro. Voglio ricordare a L. Giaccone che la mafia aveva già acquistato i mitra per assassinarlo. Io sto con chi, a causa della sua attività antimafiosa, viene condannato a morte dai boss. Significa che il suo lavoro è efficace. Non voglio che le istituzioni lo isolino preferendogli personaggi discussi.

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good