Ribera Online Tv

Loading...

23 giugno 2008

Veltroni ha distrutto la sinistra italiana. Si dimetta immediatamente. La democrazia è a rischio.

E' evidente che ci vuole un leader dell'opposizione che sia in grado di fermare l'instaurazione di un nuovo regime in Italia. Veltroni è completamente inadatto a questo ruolo. Il suo snobbismo politico ed il suo vomitevole buonismo dialogante hanno distrutto il centro-sinistra italiano e consegnato il paese alla dittatura. La sua legittimazione del berlusconismo è stata devastante. La scelta di abbandonare la sinistra radicale ha regalato la vittoria alla destra in ogni competizione elettorale. A qualsiasi livello. Sarebbe bastato cacciare Mastella. E' necessario invertire la rotta immediatamente. La scelta di mobilitare le piazze in autunno è un riconoscimento del suo fallimento strategico. Ed è un'altro gravissimo errore: in autunno il governo avrà già approvato le peggiori leggi liberticide e antidemocratiche della storia della Repubblica. Bisogna bloccare il paese subito. Non è il tempo per i codardi. Il Pd azzeri immediatamente i vertici e trovi un leader in grado di difendere la democrazia. Rafforzi l'asse con Di Pietro e inizi un dialogo costruttivo con la sinistra. Ogni momento di ritardo può rivelarsi fatale.

16 commenti:

lefteca ha detto...

Un anno fa c'erano Ds e Margherita ed avevamo il Governo prodi, l'Unione, il CentroSinitra, la Sinistra,l'amministrazione di Roma, il centrosinistra siciliani che tentava di rialzare la testa, berlusconi in crisi con gli alleati, etc

oggi c'è il Pd ed abbiamo il Governo Berlusconi, non esistono più l'Unione, il centrosinistra, la Sinistra, l'amministrazione di Roma in mano ad un ex picchiatore missino, il centrosinistra siciliano che raschia il fondo, berlusconi con la più grande maggioranza di tutti i tempi.

Nessuno sarebbe riuscito in un capolavoro del genere: Grande WATER...oops WALTER!

Lagos ha detto...

Ha perso tutto quello che c'era da perdere. Solo in Italia è possibile che non si dimetta. In Sicilia il centro-sinistra è a rischi estinzione!

ilpoeta ha detto...

Grazie per la visita al mio blog e complimenti per il tuo che trovo molto interessante. Lo inserirò tra i miei preferiti.

A commento del tuo post c'è poco da dire, peggio di così non può andare.

Un saluto

Anonimo ha detto...

Non credo che il problema sia Veltroni, anzi il contrario è colpa della sinistra che con il governo Prodi ogni mattina faceva richieste personali vedi Dini e Mastella non hanno fatto governare chi poteva. il tutto poi si è tramutato in un favore al Nanetto di arcore che cavalcando il problema sicurezza ha fottuto gli italiani (leggete "menzogne di Stato di Bruno Tinti)

ur_ca ha detto...

Nessuno ancora ha detto che è colpa di Berlusconi! Ohibò, che succede? Comunisti, che sia d'alema, prodi, uolter o altro non avete ancora capito che siete finiti... Amen

ur_ca ha detto...

ah no! scusate, vedo dal penultimo commento di anonimo cervellone che la colpa è del nanetto di arcore... mi pareva strano infatti. Bene così, ora so no più felice. avanti compagni!!!

Anonimo ha detto...

Ma smettetela di dire che la democrazia è in pericolo.
Buffoni !!

giugioni ha detto...

Il capolavoro di Veltroni si completerà in Sicilia.Il PD sta facendo di tutto per lasciare fuori dall'Assemblea Regionale Rita Borsellino.

Anonimo ha detto...

La gente vuole il ritorno ai vecchi concetti e la chiarezza. Le varie fronde, i Partiti e Partitini, servono solo a ammassare politici in cerca di consensi e poltrone. I classici blocchi saranno obsoleti, ma facevano capire, quando avevi votato, se avevi scelto Destra, Sinistra o Centro. Ora è tutto una poltiglia indefinita, soprattutto a Sinistra.

paolo venerucci

lefteca ha detto...

Attenzione, attenzione Uolter ha dichiarato di "conoscere l'animo di scontro di Berlosco". La fine del dialogo. Peccato sia già troppo tardi.

Francesca ha detto...

Il PD ha fallito ovunque potesse farlo. Un plauso ai vertici ed ai responsabili del partito. La sconfitta politica fa parte del gioco, ci può stare. Ma quando questa si trasforma in plateale ecatombe, bisogna essere in grado di fare un passo indietro ed assumersi le responsabilità di certe scelte.
Malgrado l’umiliazione epocale che il Partito Democratico ha subito, pare che nessuno dei responsabili abbia intenzione di levarsi di mezzo. Non so se questa possa definirsi arroganza, prepotenza o semplicemente irresponsabilità congenita, fatto sta che dovremo continuare a sorbirci i bei discorsi di tutta questa gente che fino ad oggi ha saputo collezionare solo fallimenti senza sapere riprendere il timone e raddrizzare la rotta. Le aspettative dei vecchi sostenitori, oggi reduci di una impercettibile ombra verde e rossa, sono state tutte quante sepolte sotto il macigno del tracollo politico. In Sicilia Francantonio Genovese dichiara di non avere alcuna intenzione di dimettersi, da Roma Walter Veltroni, annuncia manifestazioni contro il governo Berlusconi per il prossimo ottobre. Tutti fingono che non sia successo niente, continuano a parlare da soli, ascoltati ormai soltanto dal proprio ego e noi siamo ancora fermi a riflettere su ciò che accade, senza riuscire a capirci proprio niente!

Vincenzo ha detto...

Non penso sia tutta di colpa Veltroni se oggi i “comunisti” non sono più in parlamento. Ci vuole un’analisi più pragmatica e provo a farlo:
-la legge-porcata elettorale fu fatta dal governo Berlusconi con lo scopo di dar forza solo ai grandi partiti. Obiettivo pienamente raggiunto. La cosa andava bene sia alla destra che al centrosinistra e i risultati delle ultime elezioni parlano chiaro. Si sono avvantaggiati Lega e Di Pietro da questa legge elettorale! Certo non condivido la scelta di Veltroni di decidere se arrabbiarsi o meno in autunno. E’ davvero imbarazzante stare ancora a pensare se mandare affanculo il bandito n°1 oppure leccargli i piedi ancora per un bel po’. Anzi è assurdo e vergognoso! In linea teorica il PD ha principi sani ma non condivido questa idea liberale di non dichiararsi esplicitamente antiberlusconiano. E non ho capito perché. Veltroni: svegliati dal sonno eterno! Svegliati! Non porgere la guancia a chi è pronto a pugnalarti! SVEGLIIAAAAAAAAAAAAAA!

A ha detto...

concordo in pieno. si dimetta lui e tutti gli altri "dirigenti" colpevoli di aver creato e ligittimato berlusconi e il berlusconismo, e di aver ammazzato la sinistra.

Alessio

riccardo gavioso ha detto...

ottima analisi, molto triste e molto vera. Il dramma è questa assoluta mancanza d'opposizione, questa legittimazione di chi in pochi giorni ha potuto far carta straccia della Costituzione e di sessant'anni di conquiste civili.

blog molto interessante, l'ho aggiunto al mio blogroll

Anonimo ha detto...

E adesso sgarbi sindaco di Salemi! Ma forse in Italia (e in Sicilia in particolare) c'e` un virus che si mangia il cervello della gente?
Sono, letteralmente, senza parole!
Roberta da Sydney

freesud ha detto...

Sgarbi sindaco di Salemi è un evento che supera la mia capacità di immaginazione e di giudizio.